Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
In evidenza

Home > In evidenza > Ripensare il design green nel nuovo decennio

Ripensare il design green nel nuovo decennio

Ila e la sfida di un interior landscaping semi-naturale ed ecosostenibile made in Italy

Nel cuore di Bergamo, lo showroom Ila apre le porte a un mondo quasi favolistico, fatto di scenari, suggestioni e sogni. L’esperienza trentennale dell’azienda, a partire dal primo albero semi-naturale creato, trova oggi il suo ideale completamento nella progettazione e nella realizzazione di allestimenti verdi per grandi spazi. “Tutto e? iniziato nel lontano 1988 con la creazione della prima pianta semi-naturale”, spiega Francis Mundackal, uno dei soci fondatori, Art & Design Director e creatore del Jungle Concept Design. “Il tronco e? al 100% naturale, mentre le essenze verdi artificiali vengono disegnate ad hoc, riproducendo la natura nei minimi dettagli. Di fatto, gli alberi che costruiamo - personalizzabili per ogni misura e desiderio dei nostri clienti - non necessitano di alcuna manutenzione, non hanno bisogno di acqua e possono portare il verde laddove le costrizioni del design normalmente non lo permettono”. Forte dei suoi mezzi, ma soprattutto delle sue idee, Ila e? da anni affermata a livello globale come una delle realta? di interior landscaping di maggiore tendenza. La gamma delle creazioni originali Ila si e? ampliata nel corso del tempo andando a inglobare anche varie tipologie di giardini verticali per ambienti interni ed esterni. Le decorazioni Ila sono riconoscibili in tutto il mondo - dall’Europa alla Russia, dai Paesi del golfo arabo fino al lontano Oriente - per il gusto unico e la capacita? di saper cogliere e raggiungere quel delicato equilibrio nell’armonizzare lo spazio del design con la fedelta? alla natura colta nel suo sviluppo. Il passato e? storia consolidata, il presente e? radioso e il futuro e? ricco di stimoli. “Abbiamo da poco creato Vertical Garden Dancing Forest, il primo muro vegetale semi-naturale al mondo. Anche in questo caso l’assemblaggio di elementi artificiali con tronchi naturali non ha bisogno di acqua e del complesso impianto di irrigazione. Siamo, dunque, liberi di progettare il design dei nostri giardini verticali in totale liberta? espressiva, conferendo loro corpo e tridimensionalita? mai visti in precedenza”, conclude Francis Mundackal.

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

SI CHIUDE LA TAOMODA WEEK 2021

E i buyers nazionali e internazionali incontrano anche i brand d’eccellenza del made in Sicily grazie alla vetrina TAOMODA SICILY

LEGGI L'ARTICOLO
In un mondo in cambiamento e che corre verso il digitale, la grande sfida è la comunicazione.

Perché l’esigenza, oggi, non è quella di comunicare di più ma comunicare meglio!

LEGGI L'ARTICOLO
La bellezza che rivive

Far riemergere l’anima di chiese, edifici, dipinti: percorso e traguardi di Leonardo Gatti Restauro

LEGGI L'ARTICOLO
Design e sostenibilità: la sfida vincente nel mondo

Paolo e Carlo Colombo nel 2012 hanno creato lo studio di architettura A++

LEGGI L'ARTICOLO
Un’arte che è ambasciatrice di un grande made in Italy

Assorestauro da 15 anni promuove l’internazionalizzazione delle imprese per il restauro architettonico, artistico e urbano

LEGGI L'ARTICOLO

UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA
PER LA VALORIZZAZIONE DELLO STILE,
DEL DESIGN E DEL MADE IN ITALY

Stil’è “L’arte di vivere il bello” è un’eccezionale vetrina per tutti coloro che desiderano fare pubblicità su un magazine d’arte, design e interior design, moda e cultura e raggiungere un target di lettori di prestigio. La rivista rappresenta un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per la promozione dei prodotti made in Italy.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl