Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
In evidenza

Home > In evidenza > Oltre le emozioni, i gioielli

Oltre le emozioni, i gioielli

Gismondi 1754 e l’idea di gioielleria tailor made accessibile a tutti. L’artigianalità italiana incontra ed esalta l’armonia delle creazioni votate al bello

Massimo Gismondi, Ceo e mente creativa di Gismondi 1754, ama ripeterlo con forza: “La nostra è un’esclusività tailor made a portata di tutti”. Come è possibile, nel segmento luxury, arrivare a una combinazione di questo genere? Per capirlo occorre fare un passo indietro e ritornare alla vocazione della gioielleria del tempo passato. “Ancora 100 anni fa - spiega Gismondi - indossare un gioiello era un’esperienza unica, indimenticabile. L’oggetto prezioso era esclusivo, per pochi, creato su misura. Per noi un gioiello deve continuare ad essere magico, e deve esserlo per tutti, a prescindere da quanto spendano”. Dietro a questa scelta vi è un importante aspetto valoriale che da sempre distingue l’azienda: una profonda coerenza, che si basa sul rispetto di ogni persona. “Tutti devono poter avere il gioiello dei sogni: per questo abbiamo caratterizzato le nostre collezioni aggiungendo l’accessibilità”. Dietro a ogni creazione di Massimo Gismondi c’è un mondo di bellezza da raccontare, un’emozione che brilla e fa brillare, c’è luce, che passa attraverso le sfaccettature delle pietre preziose e si riflette sulla persona che indossa l’oggetto. Le creazioni Gismondi 1754 sono pensate per una donna che ha le idee chiare su ciò che intende acquistare, dinamica, contemporanea, indipendente. “La cliente che lo desidera può essere da noi coinvolta nella progettazione del gioiello ed essere portata in questo modo al centro dell’azienda. Questa è un’esperienza unica e indimenticabile perchè, pur mantenendo la nostra identità, siamo convinti che la personalizzazione debba essere possibile”. Le collezioni Gismondi 1754 non sono pensate per rimanere riposte in un cassetto: il loro stile le rende perfette per essere sempre indossate. “Devono generare emozioni ogni giorno. Ogni minuto lontano dal bello è un minuto che togliamo alla felicità. Nelle nostre collezioni proponiamo certamente linee estetiche diverse, per occasioni speciali o per la quotidianità, ma prima di tutto il gioiello deve essere lo strumento attraverso cui sia possibile sognare: qualcosa che cambia il mood della giornata. E noi abbiamo sempre bisogno di lasciarci avvolgere dalle emozioni positive”. La potenza evocativa della gioielleria è sempre molto forte: così è stato anche in occasione per esempio del primo lockdown, quando l’azienda ha comunque registrato diverse vendite: “Proprio nei momenti bui si è portati a cercare la luce”, chiosa Massimo Gismondi. Scegliere e indossare un gioiello Gismondi 1754 significa sapere che dietro a ogni collezione non vi sono i trend del momento ma le emozioni vissute da chi disegna. “I gioielli sono forme d’arte, non accettano compromessi e non si lasciano guidare dal mercato: le rappresentazioni a cui diamo vita sono coerenti con l’emozione a cui sono legate”. Da non dimenticare, in questo contesto, un elemento molto rilevante: si sta parlando di artigianalità italiana: i gioielli Gismondi 1754 sono infatti realizzati a mano da artigiani italiani e garantiscono una qualità superiore, frutto della tradizione (che peraltro è stata tramandata da esperti artigiani orafi). L’azienda genovese, che negli ultimi tempi ha aperto anche negozi monomarca in città e Paesi strategici, è impegnata nel prossimo futuro a esplorare i promettenti mercati del Far East e a consolidare la propria presenza sia negli Stati Uniti che in Russia. Una valida rete di collaboratori, interni ed esterni, supporta Massimo Gismondi nelle scelte e nelle attività: “Loro sono parte integrante di questo mondo e coloro che rendono pulsante il cuore dell’azienda”.

Da Genova verso il mondo intero

L’iconico 1754, parte integrante del brand, è l’anno di nascita di Gio Batta Gismondi, colui che a Genova avvia l’attività orafa (ed è già al tempo fornitore di Papa Pio VI e della famiglia Doria). Da quell’anno, sette generazioni di Gismondi si sono susseguite, sino ad arrivare all’attuale Ceo Massimo Gismondi, che entra in azienda a metà degli anni Novanta. Nel corso dei secoli, la famiglia diversifica il business esplorando sia l’arte religiosa sia la lavorazione gioielliera. Quest’ultima
viene poi definitivamente scelta come area specifica delle attività. Oggi l’azienda vanta quattro negozi diretti a Milano, Genova, St. Moritz e Portofino, un franchise a Praga, un corner a St. Barth, un concessionario in Russia oltre a una distribuzione negli Stati Uniti, nel Middle East e un e-commerce a di-sposizione di tutta la clientela al link shop.gismondi1754.com. Dal 2019 la società è quotata sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana.

- Elena Giordano -

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

La bellezza che rivive

Far riemergere l’anima di chiese, edifici, dipinti: percorso e traguardi di Leonardo Gatti Restauro

LEGGI L'ARTICOLO
Design e sostenibilità: la sfida vincente nel mondo

Paolo e Carlo Colombo nel 2012 hanno creato lo studio di architettura A++

LEGGI L'ARTICOLO
Un’arte che è ambasciatrice di un grande made in Italy

Assorestauro da 15 anni promuove l’internazionalizzazione delle imprese per il restauro architettonico, artistico e urbano

LEGGI L'ARTICOLO
Il living del futuro: spazio e sostenibilità

L’architetto Massimo Iosa Ghini delinea le evoluzioni in atto, il senso della contaminazione tra architettura e design e il futuro della professione

LEGGI L'ARTICOLO

UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA
PER LA VALORIZZAZIONE DELLO STILE,
DEL DESIGN E DEL MADE IN ITALY

Stil’è “L’arte di vivere il bello” è un’eccezionale vetrina per tutti coloro che desiderano fare pubblicità su un magazine d’arte, design e interior design, moda e cultura e raggiungere un target di lettori di prestigio. La rivista rappresenta un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per la promozione dei prodotti made in Italy.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl