Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
In evidenza

Home > In evidenza > Il salotto della buona musica di Trento

Il salotto della buona musica di Trento

Riprende la stagione dei concerti 2022 della Società Filarmonica di Trento

Ad aprire le danze, giovedì 22 settembre alle ore 19.30, una tra le più ricercate compagini vocali ormai da anni famosa in tutto il mondo per repertori carichi di fascino, riservati sia al mondo antico che a quello moderno: i cantori inglesi de’ The Tallis Scholars.

 

Con oltre quattro decenni di concerti e un catalogo di registrazioni pluripremiate, Peter Phillips e The Tallis Scholars hanno contribuito più di qualsiasi altro gruppo ad affermare la musica vocale sacra del Rinascimento come uno dei grandi repertori della musica classica occidentale. Hanno puntato a far conoscere le opere rinascimentali a un pubblico più ampio possibile in chiese, cattedrali e luoghi di ogni continente del pianeta, (eccetto l'Antartide!), dando circa 80 concerti ogni anno. Peter Phillips ha lavorato con l'ensemble per creare quella purezza e chiarezza di suono che più si adatta al repertorio rinascimentale. Nel 2013 il gruppo ha celebrato il suo 40° anniversario con un tour mondiale, e ora guarda al suo 50° anniversario nel 2023. I punti salienti di questa stagione includono esibizioni ad Amsterdam, Vienna, Parigi, Klangvokal Musikfestival Dortmund, Bremen Musikfest e tour in Italia, oltre al loro solito programma di tournée in giro per gli Stati Uniti, Europa e Regno Unito. All’interno delle celebrazioni posticipate del 500° anniversario di Josquin des Prez, i Tallis Scholars nello scorso luglio hanno cantato tutte le diciotto messe del compositore nel corso di quattro giorni alla Boulez Saal di Berlino. L'ultima loro registrazione delle messe di Josquin, compresa la Missa Hercules Dux Ferrarie, è stata pubblicata nel novembre 2020 e ha vinto l'ambito premio Recording of the Year della BBC Music Magazine nel 2021. I Tallis Scholars continuano a sviluppare il loro suono esclusivo, amato dal pubblico e lodato dalla critica per la sua morbida chiarezza, e proporranno in Filarmonica fresche interpretazioni della musica di compositori contemporanei e del passato, come Tallis, Pärt, Allegri, Sheppard e Mouton.

 

A seguire una carrellata di grandi artisti ed ensemble, dall’affermatissima Hofkapelle München con Isabella Bison (7.10) che, sotto la guida del violinista e direttore d'orchestra Rüdiger Lotter, è uno dei principali ensemble di musica antica in Europa, a La Scintilla (14.11), un gruppo di musicisti della Philharmonia Zürich specializzati nel repertorio barocco e classico, a Trento con Riccardo Minasi violino solista e direttore, tra i più interessanti talenti della scena europea degli ultimi anni; dalla celebre violinista Alina Pogostkina (18.10), elogiata per le sue esibizioni profondamente commoventi e sostenuta dalla Camerata RCO composta dalle prime parti della prestigiosa Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam (18.10) ad un’altra stella del violino, Leila Josefowicz (2.11), forte sostenitrice della nuova musica, capace conquistare il cuore del pubblico di tutto il mondo con il suo approccio sincero al repertorio e il suo virtuosismo dinamico. Alla grande Ana Vidovic (12.10), riconosciuta a livello mondiale per il suo incantevole suono, la sua tecnica impeccabile, il suo fraseggio ben definito e la sua profonda musicalità, spetterà condurre una serata tutta riservata alla chitarra (pochissimi i posti ancora disponibili). Spazio anche alla cameristica più classica con gli americani del Calidore String Quartet (11.11), il primo ensemble nordamericano a vincere la Borletti-Buitoni Trust Fellowship, capace di un’intensità sobria ma implacabile con un suono, un equilibrio e una personalità di certo unici e sorprendenti per il pubblico di Via Verdi e del Trio Montrose (24.11), tre solisti nel proprio ruolo in grado di suonare come un'unità con un impeccabile senso dell'insieme, offrendo alla Filarmonica un concerto vibrante con opere tra il contemporaneo e il romantico. E per chiudere in bellezza, torniamo alla grande coralità internazionale, con le calde voci del Collegium Musicale (6.12) diretto da Endrik Üksvärav, proclamato per ben tre volte come miglior coro dell’anno dall’Estonian Choral Association. Il Collegium porterà a termine la Stagione dei Concerti 2022, affascinando con la sua calda vocalità il pubblico della Filarmonica con musiche fresche di incisione del compositore trentino Nicola Segatta.

 

“Narrazioni che cambieranno i ricordi di altri ascolti, che si intrecceranno con vicine o lontane memorie, confermando o sorprendendo le nostre attese. Il palcoscenico della Filarmonica vuole essere proprio questo: lo scenario delle nuove idee, delle “mode” nascenti, di gusti elaborati a grandi distanze da persone diverse e infinitamente curiose e creative. Per realizzare questo disegno la Filarmonica, per l’edizione 2022 del proprio cartellone, ha accentuato i propri collegamenti con le più riconosciute sale da concerto internazionali, da quelle della Germania all’Inghilterra, dagli Stati Uniti alla Francia, avvicinando ancor di più il proprio calendario a quelli di più ampia fama internazionale.” (Antonio Carlini, direttore artistico)

 

Diverse le soluzioni possibili per sostenere la Stagione, tra cui un abbonamento speciale riservato agli studenti (50 euro), i carnet da quattro concerti (70 euro) e tante altre formule facilmente consultabili sul sito filarmonica-trento.it .

 

Condividi su:

Il salotto della buona musica di Trento

ARTICOLI SIMILI

"Stranieri Ovunque - Foreigners Everywhere", per la Biennale Arte 2024

Biennale Arte 2024: una celebrazione della diversità artistica e globale a Venezia

LEGGI L'ARTICOLO
casa qc: uno spazio da vivere e da esplorare

QC Spa of Wonders inaugura “Casa QC” alla Milano Design Week 2024

LEGGI L'ARTICOLO
il restauro: un mondo sempre più vicino alla nostra quotidianità

assorestauro per stil'è, rappresenta e valorizza la filiera del restauro

LEGGI L'ARTICOLO
Scegli la forza della carta! Comunica con Stil'è

Bonus Pubblicità 2024: rilancia la tua immagine grazie a Stil'è

LEGGI L'ARTICOLO
Milano Fashion&Jewels: l'incrocio tra stile innovativo e ricerca avanzata

Milano Fashion&Jewels: la principale fiera italiana di moda e gioielli, punto di incontro per aziende, boutique e produttori per scoprire e condividere le ultimissime tendenze

LEGGI L'ARTICOLO

UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA
PER LA VALORIZZAZIONE DELLO STILE,
DEL DESIGN E DEL MADE IN ITALY

Stil’è “L’arte di vivere il bello” è un’eccezionale vetrina per tutti coloro che desiderano fare pubblicità su un magazine d’arte, design e interior design, moda e cultura e raggiungere un target di lettori di prestigio. La rivista rappresenta un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per la promozione dei prodotti made in Italy.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl