“The fusion project Usa”

Dic 22 • in evidenza • 710 Views • Nessun commento su “The fusion project Usa”

AREA-PROGETTO URBAN (M.O.D.U.) PROFESSIONISTI ASSOCIATI A LAS VEGAS

Dalla collaborazione tra l’architetto Maurizio Parolari, l’ingegnere Giovanni De Grandis nasce, nel 2005, Area-Progetto urban (M.O.D.U.) professionisti associati. Si affiancano nel corso degli ultimi anni i partner architetto Antonio Furlan e l’architetto Paolo Posocco.
La vita e le singole esperienze progettuali maturati dai vari professionisti costituiscono e formano con il tempo il “carattere” e “l’immagine” che contraddistinguono Area-Progetto come marchio di design innovativo nel panorama dei giovani talenti del Made in Italy! Il core business si focalizza da principio nel settore del design e del complemento d’arredo e la fitta partecipazione ad eventi e fiere internazionali testimonia la genialità e la bellezza delle proposte di Area Progetto: dal 2007 al 2009 lo studio viene selezionato da una giuria internazionale per esporre le proprie realizzazioni al Salone Satellite, polo sportivo proposto in Las Vegas, nello Stato del Nevada – dal gruppo F. Group International inc. (www.fusionprojectusa.com).
“The Fusion Project” è un concept sviluppato dal gruppo GDR Studio International, per il quale Area-Progetto è stato chiamato come partner tecnico per la progettazione urbanistica ed architettonica del “Green Sport Village”. La capitale del gioco, dei casinò, del divertimento a breve diventerà anche il centro calcistico del nuovo continente. L’idea è nata nel 2013 e diventerà operativa a Las Vegas a partire dal 2017 grazie alla  costruzione di un villaggio sportivo che prenderà il nome di Green Sport Village. All’interno di questo complesso sorgerà uno stadio da 70.000 posti chiamato Heroes Hill Stadium che sarà pronto ad accogliere la nuova squadra, gli Heroes, in una città dove il calcio è da sempre stato una chimera. A portare avanti questa scommessa ci sono Daniele Fortunato, imprenditore, giramonall’interno del Salone Internazionale del Mobile (Nuova Fiera di Milano – Rho); nel 2009 e 2010 vi è l’invito, ovviamente accolto, alle esposizioni del Fuori Salone (ed. 2009) e 100% Design di Londra (ed. 2010), oltre a molte pubblicazioni su rinomate riviste di settore (Ottagono, Icon, Casa & Giardino, Cose di Casa, Ville & Casali). A questo si affiancano le prime esperienze progettuali da committenza estera nel campo dell’impiantistica industriale, della pianificazione urbanistica e della progettazione architettonica integrata.
Lo studio attualmente opera in partnership con il gruppo “Asso-Consorzi Export – Import Inter-Covas Service” (www.inter-markets.org) per soddisfare le richieste di progettazione-engineering e fornitura di servizi provenienti dagli enti governativi di paesi quali: Egitto ed Arabia Saudita. Inoltre dal 2014, lo studio sceglie BIM e la società Systema srl per affrontare il progetto del nuovo do ed ex calciatore con un passato nelle giovanili della Roma, e Gaetano di Renzo, direttore del GDR Studio International e co-fondatore del progetto. Una scommessa, dunque, che oltre a portare il calcio che conta in mezzo al deserto, si baserà sulla formazione e l’avvicinamento delle nuove leve ad uno sport che negli Stati Uniti sta prendendo sempre più piede. Lo stadio, inoltre, situato all’interno di questo complesso futuristico, verrà circondato dalle tre torri dell’Heroes Hill Hotel, grattacieli all’avanguardia dal punto di vista architettonico che, in base al progetto, modificheranno lo skyline di Las Vegas.
Altro aspetto fondamentale del progetto “Green Sport Village” e dello stadio di Las Vegas è che l’intero impianto sarà a impatto zero. In più, oltre ad essere perfettamente all’avanguardia dal punto di vista architettonico e anche da un punto di vista ecosostenibile, il villaggio verrà realizzato in modo tale che riuscirà a sostenersi grazie all’energia che riuscirà a produrre nel corso del tempo. Il piano di costruzione, inoltre, verrà sostenuto interamente da privati e per il suo compimento è previsto un investimento pari a un miliardo di dollari.
Nelle ultime settimane, GDR studio International, è stato contattato dal prestigioso ed affermato studio di architettura statunitense Frank O. Ghery Partners, LLP, il quale ha visionato il progetto stesso, restandone ammirato per la sua unicità e il suo aspetto avveniristico, quindi dando la sua disponibilità a lavorare sin dall’inizio a tale iniziativa che si svilupperà nella attuale capitale del gioco e del divertimento. Il progetto è che presto divenga anche centro sportivo all’avanguardia non solo negli USA, ma un nuovo modello di riferimento per molti Paesi oggi in forte espansione economica ma privi di una “storicità calcistica” importante e di rilievo.

AREA-PROGETTO
CASTELFRANCO VENETO (TV)
www.area-progetto.com