La svizzera Moresi.com garantisce massima sicurezza al patrimonio più prezioso di un’azienda. Tecnologia, passione e riservatezza

Mag 17 • Innovazione e tecnologia, Rubriche • 309 Views • Nessun commento su La svizzera Moresi.com garantisce massima sicurezza al patrimonio più prezioso di un’azienda. Tecnologia, passione e riservatezza

Dati digitali nel caveau come oro e diamanti

L’oro del nuovo millennio è il dato. Da conservare, proteggere, tenere lontano da occhi indiscreti e da ogni genere di insidia. Pirateria, attacchi informatici, tempeste magnetiche, eventi sismici. Pensate cosa significa perdere in una frazione di secondo 20 anni di fotografie scattate al mare, in montagna, il giorno della nascita del proprio figlio, del suo primo giorno di scuola. Puff. Sparite, per colpa di un hard disk bruciato, o per aver affidato i propri ricordi in mano al professionista sbagliato. Pensate cosa vuol dire per un’azienda avere una rete interna vulnerabile, accessibile senza troppe difficoltà dall’esterno. Significa trovarsi nudi sul mercato, prevedibili per la concorrenza che può agire giocando d’anticipo, conoscendo in ogni singolo dettaglio le mosse dei competitor. E che dire se finissero nelle mani sbagliate dati sensibili o potenzialmente pericolosi? Dimenticate i caveau delle banche svizzere pieni di lingotti, banconote, diamanti. Oggi con la stessa cura maniacale, l’identica precisione e la medesima riservatezza, nel Canton Ticino si proteggono i dati digitali. Lo fa Moresi.com, la Banca Svizzera dei Dati, inseguendo e rinnovando sotto una nuova veste una tradizione che del riserbo ha fatto la sua fortuna. Perché oggi il mondo digitale è parte del mondo reale. Una realtà da cui non riesce a sfuggire nemmeno chi crede di tenersi alla larga. Ogni azione lascia una traccia, che viene immagazzinata, ricordata, rielaborata. Il data center di Moresi.com è in un bunker sicuro e protetto all’interno di uno stabile videosorvegliato 24 ore su 24, con temperatura stabile, corrente continua e accessi a rilevamento biometrico. A oggi gestisce e memorizza più di 4,5 Petabyte, un’enormità, ma la superficie attuale consente di poter agilmente arrivare fino a un exabyte, ovvero un trilionedi byte. Soltanto pochissime e fidate persone dello staff interno della Moresi.com possono accedere ai server, le “casseforti” del dato, un valore da proteggere, da conservare, da capire. “Tutti noi oggi siamo fatti di dati, se non produci dati è come se non esistessi”, dice Nicola Moresi, ceo dell’azienda, nata nel 1998 . “E ogni anno ne produciamo quanto la somma degli anni precedenti. Una mole impressionante, che si moltiplica in ogni gesto che compiamo, in ogni acquisto elettronico che facciamo, in ogni click che inviamo dal nostro pc, in ogni azione comandata dal nostro smartphone”. Per un personaggio famoso, un laboratorio di ricerca, un istituto di credito o per altre aziende che maneggiano dati personali, avere un cloud sicuro è una necessità. E Moresi.com entra in gioco sfruttando i suoi tre punti di forza: tecnologia, passione, legislazione. Quello di Melano è l’unico data center neutrale e pubblico in Ticino con connessioni in fibra ottica ridondanti su path completamente separati e protetti da ingressi separati. La connessione diretta a un anello in fibra europeo garantisce una completa fault-tolerance in caso di problemi verso la Svizzera centrale o l’Italia. Moresi.com si trova in un’area geografica strategica anche sotto il profilo normativo: nel cuore dell’Europa ma fuori dall’Ue, sebbene la legge comunitaria equipari la Svizzera agli Stati membri per quanto riguarda la protezione della privacy. Insomma, il massimo per ottenere garanzia di riservatezza mantenendo la propria indipendenza. Esternalizzare il proprio data center è anche una questione di comodità e di qualità: custodire all’interno la propria memoria aziendale significa avere qualcuno con la professionalità, la competenza e l’esperienza sufficiente per gestirlo. Qualità che sono proprie dei 15 dipendenti che lavorano in team nella sala di controllo, una squadra di professionisti vincolati dal segreto industriale. Ecco perché tantissime aziende e privati svizzeri ed italiani si rivolgono oggi a Moresi. com. E poi ci sono richieste che provengono da tutto il mondo, specie da Stati Uniti, Russia e Paesi arabi. È una questione di confidenzialità, perché la qualità del dato dipende anche dai clienti che possiedi. Con la creazione di un Internet Exchange, Lix.Ch – “Lugano Internet Exchange”, verrà anche promossa la qualità di interconnessione ottimizzando il traffico Internet.

 

MORESI.COM SA

MELANO

www.moresi.com