Sempre sulla notizia: cronaca nera senza segreti

Set 7 • Rubriche, Scelti per voi • 187 Views • Nessun commento su Sempre sulla notizia: cronaca nera senza segreti

RESCUE MEDIA SI AVVALE DI OPERATORI SPECIALIZZATI E DEI CITTADINI

Il giornalismo non è un mestiere ma una vocazione, diceva lo scrittore Tiziano Terzani. Una sorta di attitudine naturale che non ha bisogno di spiegazioni, e che talvolta porta a percorrere strade insolite. Il cronista di nera, per esempio: un tempo nei giornali si cominciava così, perché per i direttori era la scuola migliore, mettendosi sulle tracce di storie difficili da ascoltare e da raccontare. Inseguire le ambulanze a notte fonda, ricevere telefonate da informatori presenti sui luoghi del crimine, recarsi di persona sul teatro di avvenimenti drammatici, imbastire rapporti confidenziali con i rappresentati delle forze dell’ordine nae, se necessario, anche con quelli del disordine. Tutto per raccontare una storia, per presentare un esempio da non seguire, per portare l’attualità nelle case delle persone. Ma sempre con grande distacco, perché il vero giornalista ha l’obbligo di non farsi travolgere dagli eventi, imparare in fretta ciò che non sa e raccontarlo nel migliore dei modi possibile. Nicola Liver, ideatore di Rescue Media, ha scoperto anni fa di avere questa vocazione, e l’ha trasformata in un mestiere: oggi il suo contributo all’informazione del Cantone Ticino è incomparabile, e 12 anni dopo la fondazione della società, è in grado di garantire al pubblico una visione completa di quando accade nella regione della Svizzera Italiana. “L’idea – racconta – prendeva spunto dal modello americano di videoreporter che era continuamente alla ricerca di notizie. L’innovazione del concetto stava nell’operare con la massima trasparenza e per questo abbiamo allestito i primi veicoli Pic (Pronto Intervento Cronaca), che avevano già all’epoca una grafica assai vistosa, subito identificabile dagli utenti e dagli addetti ai lavori”. Primo nella Svizzera Italiana, Liver crea una struttura che interviene puntuale sui principali eventi di cronaca nera della regione. È un progetto vincente, e dopo breve tempo i principali organi giornalistici fanno capo ai suoi servizi per riportare i principali eventi. Ora basta una panoramica sui principali motori di ricerca internet, a caccia di eventi di cronaca Ticinesi, per scoprire che la fonte è quasi sempre la stessa: Rescue Media. Come ha fatto a ottenere un risultato così sensazionale? “l’innovazione che abbiamo introdotto è stata la la tempestività dell’intervento delle varie squadre distribuite sul territorio. L’obiettivo iniziale era fornire il materiale agli enti di soccorso, che spesso conteneva particolari utili alla formazione o alla didattica interna. In seguito, abbiamo cominciato a realizzare materiale specifico, durante esercitazioni o simulazioni, per poi allestire supporti multimediali di ogni tipo”. Oggi la redazione offre un vero servizio stampa, che opera come service per i la nuova unità mobile di produzione maggiori canali informativi locali e nazionali. “Forniamo una copertura precisa e affidabile della cronaca d’urgenza locale, che viene riportata in radio, televisione, giornali o portali web. Garantiamo l’invio delle prime informazioni entro un’ora dall’evento”. Come operate, dal punto di vista tecnico? “Nella struttura di Melide trovano posto, oltre alla centrale di coordinamento, anche la redazione del portale localnews.ch, la direzione e il media center. Abbiamo investito molto nella rete informatica, nelle unità mobili e nei dispositivi tecnologici: un esempio è il servizio Live, con trasmissioni di immagini via internet. Recentemente ci siamo dotati di un nuovo furgone con uplink satellitare e regia mobile, che permette anche diffusioni in diretta in HD di eventi in multicamera e del virtual studio, dove possiamo produrre vere e proprie trasmissioni (news, approfondimenti, sport, commerciali), interfacciandolo al resto della struttura (squadre esterne collegate live). Lavoriamo come agenzia in abbonamento, per fornire il pacchetto di informazioni, foto e video, ma anche su mandato per la produzione di servizi completi”. Rescue Media, inoltre, fa affidamento su una rete di collaboratori volontari: “per svolgere al meglio la nostra missione abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, chiunque possa segnalare avvenimenti attraverso il numero gratuito 800 889900”.

RESCUE MEDIA

MELIDE (SVIZZERA)

www.rescuemedia.ch