Scuole dove i bambini crescono in piena autonomia

Set 7 • Rubriche, Scelti per voi • 268 Views • Nessun commento su Scuole dove i bambini crescono in piena autonomia

FANNO PARTE DELL’ASSOCIAZIONE I.R.M.A., CHE SEGUE IL METODO MONTESSORI

Per celebrare il centenario della “classe di vetro” all’esposizione universale di San Francisco del 1915, l’associazione I.R.M.A., Istituto ricerche Montessori applicate, ha aperto, di recente, le aule a visitatori e interessati nelle sue sedi di scuole dell’infanzia ed elementare: “La Casa di Irma” di Bedano (unica scuola elementare Montessori in Ticino), gli asili nido e le scuole dell’infanzia “Eccolo” di Massagno e Breganzona, e “Abaco” di Molino Nuovo. Tutte strutture aperte 12 ore al giorno (dalle 7 alle 19) per 12 mesi l’anno, avendo cura di circa 250 bambini affidati a una cinquantina di insegnanti (alcuni bilingue). Nel cassetto, inoltre, un sogno che si sta via via realizzando con la creazione della scuola media. “Nelle nostre scuole – spiega la presidente, Myriam Greub Pagani, affiancata dalla direttrice di Bedano, Nadia Tunesi – i bambini utilizzano giornalmente i materiali concreti, organizzati e scientificamente esatti, che permettono loro di raggiungere l’astrazione attraverso il ‘fare’ con le mani. Non è un caso dunque che il metodo Montessori abbia raggiunto risultati comprovati recentemente dalle neuroscienze”. La scuola, ispirata a questo metodo, si può definire interattiva, in grado di aiutare i bambini a imparare attraverso forme e materiali che “vestono” in modo personale ognuno di loro. Di conseguenza, diventa facile anche per un bambino di scuola elementare costruire le radici quadrate, approfondire la preistoria e conoscere le nazioni con le loro caratteristiche geografiche e politiche. In una scuola Montessori è differente il modo di intendere il bambino, l’ambiente scolastico, il ruolo dell’insegnante, l’apprendimento. Bambino che diventa il perno di tutta la metodologia, in quanto costruttore attivo delle proprie conoscenze e capacità, essere umano completo e sensibile, verso cui l’adulto deve dimostrare il massimo rispetto evitando di sostituirsi a lui. L’apprendimento è, infatti, il risultato di un lavoro interiore e l’ambiente deve essere predisposto in modo tale da permettere al bambino di “fare da sé”, osservare, sperimentare, manipolare, interiorizzare i concetti attraverso la ripetizione di esercizi liberamente scelti.

 

I.R.M.A. MASSAGNO

BREGANZONA, LUGANO, BEDANO

www.irmamontessori.ch