Progetti di impresa per investimenti produttivi

Gen 4 • Rubriche, Scelti per voi • 322 Views • Nessun commento su Progetti di impresa per investimenti produttivi

Situata ad Ascona, Helvetia Business Solution si propone come una familiy business che fa incontrare attori diversi in un unico progetto imprenditoriale che sviluppa profitto e benessere

Helvetia Business Solution (Hbs) propone progetti di impresa innovativi per investimenti altamente produttivi. Santo Caruso, il suo titolare, ha scelto di radicarla nel Canton Ticino, e in particolare in via Borgo 1 ad Ascona, la sua nuova creatura imprenditoriale, il frutto finale di tutte le sue precedenti esperienze lavorative maturate nel settore grandi eventi, turismo e business project che lo hanno visto muoversi tra Catania, Roma, Milano e Valencia. La nuova location non è casuale. Qui Hbs è sorta due anni fa per colmare un vuoto, dando vita a una concreta soluzione che riesce a far incontrare attori diversi di un unico processo imprenditoriale che mira a sviluppare lavoro, profitto e benessere. L’obiettivo è fare impresa attraverso attività commerciali attorno a cui ruotano diversi soggetti. Innanzitutto i locatari, proprietari di immobili sfitti che fino a ieri si potevano rivolgere soltanto alle canoniche agenzie immobiliari, molto spesso però orientate e specializzate soltanto nel ramo residenziale. “Noi – spiega Caruso – in poco tempo siamo riusciti a trovare una soluzione per spazi chiusi e vuoti da anni”. Il secondo anello della catena è rappresentato dagli investitori, i cosiddetti business angels, che in questo preciso momento storico rifuggono da investimenti di tipo finanziario per puntare invece sull’economia reale. “Con il programma Premium Invest Hbs – sottolinea Caruso – hai la certezza che i tuoi investimenti sono impiegati esclusivamente sui nostri progetti d’impresa e riesci a ottenere una rendita annuale che arriva sino all’11% netto”. E poi ci sono i futuri gestori degli spazi commerciali, che da anni sognavano di mettersi in proprio ma che non hanno mai avuto la forza per accedere al credito. Con una piccola quota d’ingresso e il pagamento di un canone mensile omnicomprensivo, Hbs realizza il loro sogno: “Si tratta di un pacchetto all inclusive, che permette al gestore di avere un locale pronto chiavi in mano. E questo ci permette di aprirci a un vasto mercato”. Sono cinque, in questo momento, i progetti d’impresa in fase di realizzazione: il Concept Hotel Design di Brissago, la Galleria del Gusto che sorgerà nel cuore di Locarno, il Mercato Ticinese coperto all’interno del Centro al Castello di Bellinzona, il Food Project in piazza alla Valle di Mendrisio e il Factory Work Swiss, una piazza 2.0 dove far convergere competenze e talenti, coltivare buone idee e far fiorire nuove imprese. Il comune denominatore di questi spazi è la realizzazione di corner shop. “Riteniamo che i concept space siano il futuro”, affermano i vertici di Hbs. “Anche l’aspetto commerciale si sta lasciando contaminare dalla filosofia del co-working. Oggi è sempre più difficile gestire in autonomia spazi commerciali, anche di soli 100 metri quadrati. In questo modo spalmi i costi su più soggetti e allo stesso tempo torni a dare anima ai centri storici occupando spazi vuoti da tempo. È un concetto simile sotto certi aspetti ai mercatini, un settore che non ha conosciuto crisi in questi anni”. Hbs nasce e si sviluppa come una family business. Di conseguenza l’aspetto economico, il faro di ciascuna attività imprenditoriale, non viene scisso dall’aspetto umano della cultura d’impresa. “Le nostre non sono mai scelte di solo business, ma progetti in cui crediamo e riconosciamo. È una soddisfazione innanzitutto personale vedere un pizzaiolo che, dopo anni passati davanti a un forno non proprio, trova finalmente l’appiglio che cercava per aprire una sua attività. Abbiamo voluto creare una struttura che non avesse soltanto un obiettivo economico e ci siamo riusciti. Per noi è motivo di grande orgoglio”. Le nuove attività imprenditoriali – e non solo queste – devono necessariamente essere accompagnate da strategie di marketing e mirate campagne di comunicazione che si abbinino a una attenta e oculata gestione delle risorse economiche. Per questo motivo, all’interno di un’ampia gamma di servizi, Hbs ha sviluppato un progetto di video communication. Lo cura sotto l’aspetto artistico Flavio Caruso, regista di fama nazionale in Italia. È sua la firma di alcuni dei più noti video musicali di J-Ax, Caparezza, Patty Pravo, Lorenzo Fragola e Max Pezzali. Ha realizzato anche spot pubblicitari per Prep, Motivi, Technogym (con il celebre tennista Rafael Nadal come testimonial), Miroglio Group, Seat e Pespi Cola Beat.

HELVETIA BUSINESS SOLUTION

ASCONA

www.hbsproject.com