Quando il prodotto si identifica con il brand…

Gen 4 • Abitare, Rubriche • 209 Views • Nessun commento su Quando il prodotto si identifica con il brand…

… si parla di Pucciplast, attiva sul mercato da quasi 70 anni. A decretarne il successo, una storia di innovazione continua e di forte radicamento sul mercato italiano

 

Dici Pucci e la mente corre immediatamente alle cassette di scarico per wc. L’azienda di Quargnento è infatti una di quelle realtà che in quasi 70 anni di attività è riuscita ad associare al prodotto il proprio brand, utilizzato quasi fosse un sinonimo del prodotto stesso. Come la biro per la penna a sfera, come la Nutella per la crema alla nocciola. Merito di una storica presenza nel settore edile con la produzione di un unico prodotto, del forte radicamento sul mercato italiano, ma an- Quando il prodotto si identifica con il brand… … si parla di Pucciplast, attiva sul mercato da quasi 70 anni. A decretarne il successo, una storia di innovazione continua e di forte radicamento sul mercato italiano che di un lungo e continuo percorso di ricerca votato all’innovazione che pone la Pucciplast sempre sotto i riflettori con prodotti top di gamma. Era così nel lontano 1948, quando fu la prima a brevettare a livello mondiale una cassetta a incasso, capace di raggiungere lo spessore minimo di 7,5 centimetri già nel 1987. Tre anni dopo arrivò la grande rivoluzione, accolta come tutte le avventure pioneristiche con sufficienza dalla concorrenza e addirittura con scherno dai detrattori. Era il 1990 quando la Pucci lanciò sul mercato la cassetta a doppio pulsante – altro brevetto mondiale – che consente di scaricare due differenti quantità d’acqua (9-4 litri o 6-3 litri) in base alle esigenze. Ora chi non ha il doppio pulsante nel bagno di casa propria? Prima di arrivare ai giorni nostri ci sono altri due step fondamentali. Il primo risale al 2011: raggiunto l’apice a livello progettistico, la Pucci si accorse che l’innovazione stavolta sarebbe passata dall’estetica, perché il bagno cominciava a cambiare i connotati, diventando un luogo della casa da arredare avendo cura dei dettagli. E così arrivò la svolta votata al design. La larghezza della placca esterna venne ridotta (da 33 a 28 centimetri, una misura tale da consentire la più agevole delle manutenzioni) e le modifi che agli stampi resero il prodotto ancora più accattivante, rispondente ai nuovi canoni di estetica richiesti. Il secondo step è datato 2013 ed è l’ennesimo passo in avanti nella tecnologia, che tuttora aspetta di essere uguagliato dai competitor: con uno spessore ridotto a soli 4,7 millimetri, la Pucci presentò la placca a funzionamento meccanico con lo spessore minimo presente sul mercato. Su questa scia anche la placca Sfi oro in vetro che non soltanto non stona sulla parete di un bagno, ma addirittura la esalta. Eccoci fi – nalmente al presente. Per la novità del 2016 Pucciplast torna a guardare all’estetica e lo fa puntando sulla customizzazione del bagno. Ciascuno, infatti, può scegliere direttamente su internet il proprio colore. Ma non solo. Vuole imprimere una immagine, una stampa o una particolare decorazione? Non c’è problema. È suffi ciente consegnare al rivenditore il fi le pdf vettoriale ed entro 60 giorni si potrà ammirare la propria placca installata, certi che sia unica al mondo. Su base cromata o bianca, ci si può spingere addirittura oltre, con incisioni al laser. Si tratta di una nuova iniziativa fi rmata Pucci che coniuga lo stile con la tecnologia e che non si sarebbe mai potuta concretizzare se, a un certo punto della propria storia, l’azienda avesse deciso di esternalizzare la produzione (o almeno una parte di essa) o ancora peggio trasferirla all’estero. Un aspetto che il direttore commerciale Nadia Bosi rivendica con orgoglio: “Continuiamo a credere fermamente nel made in Italy. Le nostre cassette sono tutte prodotte in azienda con un controllo rigoroso per un mercato prettamente nazionale, seppur con una attenzione sempre maggiore all’export”. Al momento l’azienda mantiene il proprio assetto, composto da 49 dipendenti all’interno del quartier generale di Quargnento e una rete di 23 agenti plurimandatari che vendono esclusivamente a grossisti, distributori, rivenditori di materiali idrotermosanitari. Un assetto che non soltanto ha garantito solidità alla Pucci, ma ne ha decretato il successo. Insieme alla tecnologia, all’affi dabilità, al risparmio idrico e naturalmente al design. La nuova frontiera, per essere ancora una volta pionieri. PUCCIPLAST SPA

QUARGNENTO (AL)

www.pucciplast.it