Persiceto Marmi, oltre 80 anni di storia. E con il nuovo corso di Bernardini lo stile ha nuovi impulsi pure dagli scarti

Mag 11 • Abitare, Rubriche • 542 Views • Nessun commento su Persiceto Marmi, oltre 80 anni di storia. E con il nuovo corso di Bernardini lo stile ha nuovi impulsi pure dagli scarti

Oggetti esclusivi dalle pietre migliori

L’avventura imprenditoriale della Persiceto Marmi, ufficialmente iniziata nel 2013, può ben contare, in realtà, sull’esperienza di oltre ottant’anni dell’azienda originaria, rilevata appunto tre anni fa da Gian Luca Bernardini. L’intuito e il coraggio di Bernardini hanno evidentemente pagato, sicché il 2015 dell’impresa persicetana si è chiuso con numeri più che positivi, grazie a un fatturato di circa 1,4 milioni di euro. “Non ci limitiamo a vendere e lavorare materiali per l’edilizia – evidenzia Bernardini in qualità di titolare -. La nostra è piuttosto la vocazione artigianale di quel particolare professionista in grado di scovare in natura le pietre migliori e lavorarle per realizzare la casa dei sogni richiesta dal cliente. La filosofia aziendale è imperniata sul concetto di ‘sartorialità’: ogni lavoro, si tratti di una scalinata, un top cucina, il lavabo per il bagno, il rivestimento di una fontana esterna, resta unico e irripetibile. In questo senso – fa notare Bernardini – la nostra vita in azienda è una scuola di per se: quotidianamente infatti, ci confrontiamo con richieste, problemi e necessità che richiedono know-how in continuo affinamento ma pure quelle caratteristiche proprie, appunto, alla figura dell’artigiano, senza il cui intuito anche il materiale più pregiato non può essere tradotto in un’opera d’eccellenza. Quello del marmista è un impiego ‘di bottega’: non esiste una scuola specifica per formare le abilità indispensabili per distinguersi in questo lavoro”. Se pure non esiste uno stile unico riconducibile alla Persiceto Marmi, analizzandone alcuni dei più recenti interventi emerge una propensione a trattare i materiali preservandone una naturalezza di ampio respiro. Il marmo lavorato dall’azienda bolognese non restituisce mai sensazioni di algidità, di freddezza: esso riesce di per contro ad avvolgere le persone in un atmosfera di accogliente eleganza, di raffinata famigliarità pur negli interventi di maggiore respiro. Lo hanno compreso bene architetti e designer italiani, i quali hanno presto sentito il tam tam d’eccellenza diffuso dall’operato di Persiceto Marmi esportandone la nomea fino all’estero, che in Paesi come la Francia sta concedendo alcune importanti soddisfazioni. “Per fidelizzare la clientela e acquisire nuove stimolanti commesse però non è possibile accontentarsi dei pur lusinghieri risultati degli ultimi anni – precisa Bernardini -. Il nostro futuro prossimo proseguirà dunque alla ricerca di materiali e tecniche di lavorazione sempre più innovativi, al fine di concedere alla committenza una proposta commerciale che si diversifichi sostanzialmente da quelle degli altri competitor”. Ma c’è dell’altro. “Con gli scarti di lavorazione del marmo – continua Bernardini – abbiamo creato il progetto ‘The B-Side’. L’intenzione è appunto quella di recuperare le importanti quantità di tagli e rimanenze derivati dalla lavorazione della pietra; fino a ieri la loro destinazione terminale era la discarica. Un peccato, per quei bellissimi doni della natura prodotti nel corso di milioni di anni. Abbiamo così teorizzato un lato ‘B’ della pietra, coinvolgendo alcuni designer e dando vita a una collezione di oggetti dove il valore intrinseco non si limita alla sola pietra ma è esteso all’interpretazione creativa del designer. L’intuizione è nata dal disagio che provavo ogni volta che portavo in discarica questi pezzetti di marmi ricercati, costosi, bellissimi, pregiati. L’accoglienza del progetto The B-Side la scopriremo presto: per ora le collezioni sono disponibili in vendita sul web. Ma sono decisamente fiducioso al riguardo e per due buoni motivi: il primo è che ogni pezzo è opera di un designer bravissimo. In secondo luogo si tratta, ancora una volta, di pezzi assolutamente unici, impossibili da replicare”. Credere nelle proprie capacità è uno dei “mattoni” imprescindibili per emergere nel mercato globale. Con la sua inclinazione per la cura del dettaglio, della rifinitura, l’esaltazione delle specificità insite nel disegno e nei colori di ogni pietra, la squadra di artigiani della Persiceto Marmi ha dimostrato non solo capacità tecniche ma una sensibilità aggiuntiva che riesce così a interpretare perfettamente ogni progetto proposto dal cliente.

 

PERSICETO MARMI

SAN GIOV. IN PERSICETO (BO)

www.persicetomarmi.it