L’avanguardia tecnologica in film e laminati plastici

Giu 9 • Innovazione e tecnologia, Rubriche • 259 Views • Nessun commento su L’avanguardia tecnologica in film e laminati plastici

EXTEN. INDUSTRIA TICINESE AL SERVIZIO DEL MERCATO GLOBALE

Polietilene e Polipropilene. Li tocchiamo, li vediamo impiegati ovunque: nelle arti grafiche, nell’arredamento, nell’abbigliamento. Anche nei processi di affumicamento della carne. “… È scioccante anche per noi, ogni tanto, sapere in quanti prodotti finali finisce ciò che creiamo qui”, dice il Ceo di Exten Luigi Carlini. Ancora nell’automotive, per proteggere dalle intemperie e dai raggi UV le auto uscite dalla fabbrica; nel medicale e ospedaliero; nel settore igiene. Anzi, soprattutto nell’igiene, in particolare come semilavorati per produrre pannolini per bambini, incontinenza adulto e prodotti femcare, una fetta di mercato che copre da sola oltre il 40% dell’attività di Exten e in cui si concentra gran parte della ricerca per offrire prodotti confortevoli, sicuri e performanti. Anni di studio alla Exten hanno portato allo sviluppo del fiore all’occhiello “LamEla”: un film laminato elastico ideato per una chiusura rapida e sicura dei pannolini ora applicata anche per le mutande assorbenti per adulti: un prodotto che sta uscendo dalle corsie d’ospedale per un uso sempre più quotidiano, in linea con l’andamento demografico di una popolazione che inesorabilmente invecchia. È proprio in un campo applicativo come questo che – in collaborazione con alcune delle più importanti e note multinazionali del settore – i film e i laminati elastici, recentemente messi a punto dal team di ricerca e sviluppo Exten, stanno contribuendo a rivoluzionare il mercato. Lo stabilimento di Mendrisio, dal 1981 sede dell’azienda, ha una capacità produttiva di oltre 20mila tonnellate all’anno. Solo per il Polietilene, il più semplice dei polimeri sintetici, la Exten realizza 500 milioni di mq di film plastico, semplice o accoppiato a tessuto non-tessuto. Il settore igiene è la naturale destinazione ma Exten è specializzata anche nell’ospedaliero dov’è tra i referenti di primo piano in Europa. Si pensi ai teli nelle sale operatorie, oppure ai camici monouso dei medici, allo stesso tempo traspiranti ma a barriera totale. Servono prodotti top quality, proprio come nella produzione di materiali per i teli car cover, i laminati per la fabbricazione dei padiglioni auto e ad altre molte applicazioni. Nell’automotive non solo sono richieste alte specifiche tecniche ma il prodotto deve passare il vaglio di certificazioni molto restrittive. Prestazioni elevate come quelle delle membrane traspiranti per gli interessantissimi settori dell’abbigliamento sportivo e dei materassi. E poi c’è il Polipropilene, prodotto in lastre, che apre un altro mondo di applicazioni praticamente infinite: dalla carta fedeltà dei negozi alle lampade di design, dai cartelloni pubblicitari da esporre sia al chiuso che all’aperto, fino ai prodotti per l’etichettatura tradizionale o per stampaggio plastico. La Exten, per esempio, ha la principale quota in Europa come fornitore dei produttori di etichette in Polipropilene, ovvero quei cartellini collocati nel terreno resistenti all’acqua, al sole e agli agenti atmosferici, con le caratteristiche della pianta appena comprata. Eppure l’azienda famigliare dei Carlini resta una realtà produttiva snella (poco più di 100 dipendenti in organico), capace di rimanere competitiva con le grosse multinazionali. Come fa? “Il mondo sta cambiando velocemente – dice Carlini -. Non saranno solo i grandi gruppi ad avere successo, ma giocheranno un ruolo importante anche organizzazioni più veloci e flessibili. Il cliente è sempre più esigente: non solo è attento alla qualità del prodotto finale, ma vuole tutto e subito. E la nostra, secondo noi, è la struttura migliore per dare riposte efficaci in termini di reattività, qualità, livello di servizio e collaborazione proattiva”. Ne è dimostrazione la presenza di Exten in mercati esigenti e ad alto sviluppo tecnologico, con clienti in Giappone e USA. Anche la collocazione non è scelta a caso: nel cuore dell’Europa, ideale per raggiungere i mercati emergenti dell’Est, della Turchia e del Nordafrica. E nel cuore del Canton Ticino: “La mia famiglia 35 anni fa scelse il Ticino perché appariva la soluzione migliore sotto il profilo operativo e gestionale. Una scelta che ancora oggi si rivela azzeccata. È interessante lavorare qui, in un sistema aperto dove ci si sente davvero supportati dalle istituzioni”.

EXTEN SA MENDRISIO www.exten.ch