Controlli non distruttivi sui mezzi di trasporto

Set 7 • Rubriche, Scelti per voi • 213 Views • Nessun commento su Controlli non distruttivi sui mezzi di trasporto

SWISSTEST SA LAVORA PER GARANTIRE LA SICUREZZA

La Swisstest SA di Balerna svolge un compito invisibile, ma fondamentale per la nostra sicurezza. Si occupa di controlli non distruttivi. Detto in parole semplici, si assicura che i treni, le automobili e gli aeroplani non si rompano senza preavviso, lasciando i passeggeri in cattive acque. Per approfondire il tema, abbiamo chiesto al direttore Roberto Bergamaschi di definirci la propria attività: “I controlli non distruttivi sono un complesso di esami, controlli e rilievi condotti impiegando metodi che non alterano il materiale e non richiedono la distruzione oppure l’asportazione di parti dalla struttura che stiamo esaminando”.  Questi test sono diventati importanti strumenti per garantire la sicurezza e l’affidabilità dei prodotti, contribuendo in modo determinante a una riduzione delle rotture in esercizio. Perché è importante per un’azienda effettuare controlli non distruttivi? “Oggi per un’azienda la sicurezza è ormai diventata un punto cardine. Per garantirsela, le imprese devono porre grande attenzione nella scelta dei materiali, nei processi di fabbricazione e nella verifica di affidabilità dei vari componenti. La maggior parte degli oggetti e delle strutture che ci circondano sono stati progettati per garantire una qualità duratura nel tempo. Questa garanzia viene certificata proprio applicando alcune tecniche di prova come i controlli non distruttivi da attività professionali come Swisstest. L’utilizzo di queste tecniche permette di evitare ingenti danni economici e di immagine alle aziende costruttrici. Ma ancora più importante, consente di prevenire gli incidenti e dunque di preservare vite umane”. Non è facile capire quali oggetti Swistest esamina in laboratorio: “Componenti del settore ferroviario, come ganci, ruote e assili – spiega Bergamaschi -. Ma anche di quelli aeronautico e petrolifero: in quest’ultimo caso, per esempio, andiamo a verificare sul posto elementi come le saldature fra i condotti. Abbiamo preso parte anche a progetti consorziati, come il refitting di una centrale nucleare in Argentina. L’80% dei controlli si svolge in laboratorio: qui il componente viene analizzato, controllato dai tecnici e testato per rispettare gli standard di riferimento del cliente e le normative internazionali”. I controlli necessitano di strumenti e procedure all’insegna dell’alta tecnologia “Esistono metodi diversi: liquidi penetranti, ultrasuoni, radiografie. Ma la gamma dei controlli comprende anche magnetoscopi e correnti indotte. Senza tralasciare l’aspetto visivo, demandato ai tecnici di laboratorio: qui, come nel caso della scienza medica, l’esperienza è fondamentale per una diagnosi corretta”. Oggi i controlli non distruttivi rientrano tra le analisi di largo consumo richieste dalle più grandi aziende di tutto il mondo. Queste tipologie di indagine, inoltre, vengono richiamate anche nelle specifiche tecniche di prodotto, nelle normative internazionali e nei decreti ministeriali. Swisstest offre diagnostica industriale, certificazioni e supporto tecnico per le aziende nell’ambito dei controlli non distruttivi: dispone di un laboratorio accreditato all’avanguardia, che garantisce tutte le metodiche di indagine presenti sul mercato. Nel team sono presenti figure professionali qualificate di livello 2 e 3 secondo le normative di riferimento per il settore industriale, aeronautico e della manutenzione ferroviaria. Perché scegliere Swisstest? “La costante innovazione tecnologica dei nostri metodi e delle nostre apparecchiature tecnologiche”, risponde Bergamaschi, “ci consente di offrire ai nostri committenti le applicazioni più evolute di ogni singola metodologia per i test non distruttivi. Abbiamo una solida esperienza in materia e possiamo muoverci sui mercati di tutto il mondo, dall’Argentina allo Yemen, dagli Emirati alla Russia”. L’azienda è in pieno sviluppo, così, se chiediamo a Bergamaschi dove immagina Swisstest fra 10 anni, la risposta è ovvia: “Saremo ancora qui, naturalmente. E probabilmente avremo ampliato il nostro settore di attività a Dubai, il cui territorio viene considerato dagli indicatori internazionali come in progressiva crescita industriale. Di conseguenza, salirà anche la richiesta di controlli non distruttivi, e noi saremo lieti di mettere la nostra esperienza al servizio dei mercati che verranno ”.

SWISSTEST SA

BALERNA

(SVIZZERA)